Sud Tirolo e Val Aurina, luoghi incantevoli al confine con l’Austria

Suggestiva e coinvolgente l’atmosfera del Sud Tirolo, anche in un periodo fuori stagione come novembre, quando i colori caldi dei boschi lasciano senza fiato e tranquillità e silenzio suggeriscono sensazioni di pace e serenità.

Lago di Braies
Per il nostro viaggetto di 4 giorni abbiamo scelto la Val Aurina. Nel villaggio di Campo

Garni Zimmerhofer

Tures alloggiamo nel Garni Zimmerhoffer.

 Graziosissima la struttura con camere che sfoggiano tenui colori pastello in stile “Shabby Chic” e piccolo centro benessere con idromassaggio, sauna e bagno turco.
Per gli ospiti del garni, ingresso gratuito alle piscine “Cascade”. Eleganti ed accoglienti vasche interne ed esterne ti coccolano con giochi d’acqua e romantica vista sulle montagne circostanti.

Piscine Cascade
Da Campo Tures, prendendo verso Nord, si raggiunge Casere, appena sotto alla “Vetta d’Italia” (punto più a Nord della nostra penisola). Da Casere, una suggestiva via crucis conduce all’incantevole chiesetta di Santo Spirito. Incastonata fra pareti di roccia che le forniscono uno sfondo suggestivo, questa piccola cappella evoca la percezione del passato e il raccoglimento del silenzio.
Quando si soggiorna

in Val Aurina, non si può non concedersi un giro di quel capolavoro della natura che è il lago di Braies. Si apre alla vista, man mano che avanzi, una distesa di acqua smeraldo che, incorniciata da monti e punte innevate, riflette un paesaggio incantato…

E’ un paesaggio ben noto ai telespettatori che seguono con passione le vicende della guardia forestale Pietro (il nostro amato Terence Hill), che percorre spettacolari scenari a cavallo per divulgare, sul far della sera,

Piscine Cascade

proverbi e massime ispirate dalle stelle…

 E come non farsi fotografare davanti alla palafitta che ospita idealmente il nostro beniamino e il suo fido compare lupo?
Proseguendo il nostro tour della zona, ci concediamo una tappa a Dobbiaco, per fare scorte di formnaggio e prodotti tipici, un salto a San Candido, per completare la visita ai luoghi di “Un passo dal cielo” e un giro del Lago di Anterselva, grande e pittoresco specchio d’acqua altrettanto suggestivo.
Certo è che a novembre molti locali sono chiusi, ma per fortuna potevamo contare su una sempre aperta “Trappola del topo” (Mausefalle) accogliente ed allettante con i suoi piatti saporiti e la ottima Radler (consiglio la tagliata…. fenomenale!!!)
L’ultima sera, consigliati da Patrizia, che diligentemente scongiurava annegamenti nelle calde acque delle piscine Cascade, abbiamo avuto il piacere di cenare in un posto veramente tipico… il Toblhof: accogliente pensione con ottimo ristorante, per chi ama assaggiare le specialità! Cara Patrizia grazie: senza di te non avremmo mai scoperto questo posticino, perchè mai ci saremmo avventurati, di nostra spontanea volontà, su per quel buio pendio che nascondeva una accogliente locanda, in realtà a due passi da Campo Tures…