Cres e Lussino… mare, sole e tanto pesce!!!

Isola di Kres, porto
Kres, ristorante sul porto

Non si finisce mai di scoprire la Croazia e le sue isole, isolotti, coste ed anfratti dalle sfumature varie ed invitanti. Partiamo per Cres da Venezia, passando con il traghetto da Abbazia per approdare, nel tardo pomeriggio, in questo vivace porticciolo turistico. Ci appropriamo della stanza, presso la Guesthouse Romana prenotata tramite booking.com, in pieno centro storico, e dimentichiamo la macchina in un parcheggio, indicatoci dalla padrona di casa, subito fuori della zona pedonale.

Kres porto, birra locale

Da qui in poi si gira a piedi e, siamo in Croazia, l’aperitivo non può essere che una birra… e che birra! Dalla punta del molo, appoggiati a grosse botti, osserviamo il viavai di barche e pescherecci, mentre il crepuscolo cede il posto alle prime luci serali e i ristorantini si affollano di avventori dalle parlate colorite ed esotiche…

Il ristorante che scegliamo è in pole position, affacciato sull’area pedonale che fiancheggia il molo ed è qui che iniziamo, con una freschissima grigliata di pesce, il nostro fish-tour-eating della Croazia.

Il mattino dopo si riparte alla volta di Ilovich, piccolo isolotto a sud di Lussino sul quale non circolano auto. Attraversiamo quindi verso sud tutta l’isola di Lussino, fino al lembo estremo, dove lasceremo la macchina in un grande parcheggio riservato ai residenti (e a noi che avevamo prenotato un alloggio) e ci imbarchiamo su un taxi boat che, nel giro di dieci minuti, ci deposita davanti ad un grazioso appartamentino, presso gli Apartment Romana (ed è qui che capisco che il nome Romana da queste parti è di moda!…), prenotato questa volta tramite AirB&B, affacciato sulla banchina. Qui le macchine, frastuoni e baccano, non esistono e lo stress resta in parcheggio!!!

Ilovich vista dall’isola di Lussino, strada che porta al parcheggio.
Baia di Parzine

Come descrivere Ilovich…. Ilovich è un piccolo gioiello dai colori accecanti del sole, del cielo e del mare che si affaccia ai bagnanti in micro calette deliziose e grandi spiagge di sabbia. E’ il luogo silenzioso e riposante dove staccare la spina, il posto dove godersi calamari giganti appena pescati guardando le barche al tramonto, con la certezza, perchè no, di godersi anche il vino, perchè tutto è rigorosamente lontano dai pericoli e dal frastuono del traffico e della guida, tutto è rigorosamente lontano da tutto…

Volete un assaggio del mare di Ilovich?! … ecco… piccolo video girato direttamente dalle acque turchesi  della Baia di Parzine. Acqua cristallina e fondo sabbioso… certo la spiaggia non è troppo accogliente, coperta com’è di scure alghe secche, ma almeno si tratta comunque di elementi naturali e non certo di segni di inciviltà… e poi, non so voi, ma io con un mare così la spiaggia la vedo a mala pena!!!…

 

 

 

 

In tutta l’isola sono molte le cale e calette da visitare, c’è sempre da camminare prima, a volte i sentieri sono agevoli, altre volte un po’ meno… ma il tutto risulta sempre piacevole, anche in vista del tuffo ristoratore che ti aspetta…

Altra baia che mi porto nel cuore è Mala Draga… piccola e deliziosa insenatura che abbiamo avuto il piacere di trovare deserta… acqua cristallina dai riflessi turchesi.. silenzio rotto solo dal lento oscillare del mare sulla riva. Sicuramente una compagnia c’era però… come d’altronde un po’ in tutta l’isola, le vespe la fanno da padrone, attratte soprattutto dal profumo del cibo… sono risultate comunque innocue direi, quasi civilizzate…

Mala Draga
Ilovich, ristorante

La sera sull’isola è uno dei momenti più belli, i ristoranti sono pochi, ma tutti offrono pesce freschissimo ed accoglienza. Molti arrivano con la barca proprio per fermarsi a cena in questo angolino idilliaco sospeso nel mare e nel tempo…

Ilovich, ristorante

E quanti calamari alla griglia succulenti, impepate di cozze appetitose, tortini di piovre e patate, grigliate, fritture, il tutto ovviamente accompagnato dal vino scelto in sintonia ad esaltarne il gusto…

Un unico minimarket provvede ai bisogni di ogni sorta di turisti e locali e qui non c’è bisogno di altro… sole, mare, quiete…

Trascorsi quattro giorni in questo paradiso, decidiamo che siam pronti a ritornare alla vita di tutti i giorni, ma procedendo per gradi però, abbiamo ancora un paio di tappe prima di rientrare.

Ilovich, veduta serale

Torniamo quindi sull’isola di Lussino dove ci aspetta una bella camera vista mare, nei pressi di Lussipiccolo, a dispetto del nome il paese più grande dell’isola.

Alloggiamo presso gli Apartment Marija, in un’ampia e luminosa camera con vista mare. Il punto dell’isola in cui ci troviamo è molto particolare, siamo proprio affacciati sul passaggio delle barche attraverso il canale di Privlaka. Ogni giorno, alle 09.00 e alle 18.00, il ponte girevole si alza per consentire il passaggio delle imbarcazioni. E’ suggestivo sostare, al calar del sole, sulla spiaggetta a fianco del canale ed osservare barche a vela, pescherecci, yacht, velieri turistici, imbarcazioni sportive e che più ne ha più ne metta, che sfilano e salutano chi si intrattiene, pigramente affascinato dall’insolita e curiosa sfilata…

Nella zona di Lussinpiccolo molte sono le spiagge di ciottoli, sabbia e scogli. Mi sento di consigliarvi le tre che abbiamo visitato e che meritano sicuramente una visita e un bagno rinfrescante.

La prima è la spiaggia di Veli Zal, ampia baia di acqua trasparente e ciottoli, bordata di scogli. Costeggiando la cala, una bella passeggiata sotto i pini ci conduce direttamente in un accogliente bar/ristorante, in posizione panoramica proprio sopra la spiaggia. La ricordo però moooolto affollata!!!

Non molto distante da Veli Zal, altra spiaggetta di ciotoli e scogli, affollata ma carina, è la spiaggia di Borik.

 

Spiaggia di Veli Zal
Cikat, locale sulla spiaggia
Cikat, ristorante di pesce

Infine, ultima ma non ultima, la spiaggia di Cikat. Ampia cala di sabbia e scogli, colori sul verde intenso, riflesso della vegetazione circostante, comoda l’entrata in acqua ma, quello che mi è rimasto più impresso, è stato il localino sotto la pineta… comodamente sdraiati su una sdraio gustare hamburger e Karlovacko… assolutamente non ha prezzo!!!

La stessa cala alla sera risulta molto romantica, ricordo con piacere un ristorantino di pesce squisito, affacciato proprio sulla baia…

Ma la Croazia non è solo pesce, e come non assaggiare qualche prelibatezza di carne come i noti e saporitissimi ćevapčići, le salsicce che è impossibile dimenticare?!… Mi sento di consigliarvi questo ristorante trovato per caso, in una sera di stanchezza e gran fame e che, come spesso succede, si è rivelato un’ottima scelta!!! Vicinissimo a dove alloggiavamo, comodo per la vicinanza alla strada principale e proprio di fronte al litorale scoglioso, il ristorante Kadin è un locale accogliente che organizza, fra l’altro, serate a tema con prodotti tipici e presenta una cucina gustosa e soddisfacente!

Ristorante Kadin, specialità a base di carne

Prima di ripartire verso casa, facciamo un’ultima sosta in un piccolo angolino paradisiaco dell’isola di Cres.

Valun è un piccolo villaggio di pescatori che ci è rimasto nel cuore. Meta della nostra prima vacanza di coppia, non potevamo non instaurare subito un legame affettivo con questo luogo incantato… Visitato la prima volta come campeggiatori (molto carino il campeggio direttamente sulla spiaggia di ciottoli), ci torniamo ora comodamente alloggiati nel B&B del paese, struttura fra l’altro molto accogliente… Anche qui le macchine restano fuori a preservare la pace e il silenzio di mare, spiaggia, poche case e qualche ristorantino che assolutamente consiglio!!! E cosa poteva esserci di meglio che terminare questa bellissima vacanzetta croata con un luogo fatato, che a distanza di anni ed esperienze, conferma sempre la sensazione di pace ed armonia con cui la vita a volte riesce a sorprenderci? …

Valùn

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.